Piazza del Popolo

Ingresso al centro di Roma

Il suo nome sembra derivare dai tanti pioppi (populus in latino) che c’erano nella zona; ma si narra anche che vi erano un grande noce e nei pressi il sepolcro di Nerone, che nel 1099 furono eliminati per edificare una chiesa con le contribuzioni del popolo.
L’entrata alla piazza è costituita dalla Porta del Popolo, con facciata esterna affidata a Michelangelo ma compiuta da un suo allievo nel 1565.
La facciata interna è del Bernini (1665).
Nella piazza ci sono tre chiese: S. Maria del Popolo, e le due ‘gemelle’ Santa Maria in Montesanto e Santa Maria dei Miracoli, quasi identiche, ma con particolari diversi come le cupole e gli interni.
Al centro della piazza si erge l’obelisco Flaminio, il primo a pervenire a Roma, nel 10 a.C.