Il mare di Roma

Le spiagge romane che si estendono per oltre cento chilometri, da Civitavecchia a Torre Astura, sono prese d’assalto per tutto il periodo estivo.

Fra le due località menzionate, partendo da nord, vi sono altri importanti lidi, fra cui Santa Severa, Ladispoli, Fregene, Lido di Ostia, Torvaianica, Anzio. Il litorale è vario, da lunghi tratti con sabbia fine a dune con flora mediterranea e pinete. Il mare preferito dai romani da diverse generazioni, con zone attrezzate e libere, è la spiaggia di Capocotta chiamata anche Cancelli; un lungo tratto di circa sette chilometri con sabbia bianca e acqua bellissima, che fa parte della Riserva Naturale del Litorale Romano. È molto grazioso il tratto di Santa Marinella, con villette e il suo Capo Linaro con scogliere; il castello medievale sul mare di Santa Severa. A Torvaianica è interessante e divertente recarsi allo Zoomarine; un parco acquatico con giochi, animali, volatili, delfini e foche. Verso Anzio il paesaggio è incantevole con il promontorio e i resti della Villa di Nerone; poi si arriva a Nettuno con il forte S. Gallo del Cinquecento, e Torre Astura con un piccolo castello raggiungibile dalla spiaggia con un ponte d’epoca.

La riviera è molto affascinante anche d’inverno, con il gorgoglio delle onde, gabbiani e l’assoluta pace.

La costa e la natura

Il litorale include anche tratti di lussureggiante natura intatta, come i Parchi Naturali di Macchiatonda e Tor Caldara, ricchi di flora e fauna, con reperti archeologici. Nell’area marina davanti a Torvaianica e Ostia, vi sono vari tipi di corallo nero e alcionario, grossi pesci come cernie e dentici, murene, e possibili avvistamenti di delfini. È possibile partecipare a immersioni guidate o gite in battello. Vi sono anche zone naturali, ma non aperte al pubblico; ad esempio, il Poligono di Nettuno, con estese pinete, e il podere di Castel Porziano, ove s’incontrano cinghiali, vacche maremmane e cavalli selvatici. A Lido di Ostia, alle spalle dall’idroscalo, è stato realizzato il Centro Habitat Mediterraneo (Chm), con stagni e flora mediterranea e l’aggiunta di nascondigli d’avvistamento; dopo poco tempo sono cominciate ad arrivare diverse specie di volatili, fra cui la cicogna nera e il falco pescatore. Info: Chm, tel. 06.56188264; www.lipuostia.it.

Mangiare

  • Bastianelli al molo, rivolto sul porto-canale di Fiumicino, in Via di Torre Clementina 312, tel.06.6505358; www.bastianellialmolo.com.
  • La Capannina di Pasquale, vicino alla spiaggia, nel lungomare Vespucci 156, Ostia, tel.06.56470143; www.lacapannina.it.

Da vedere

  • Riserva Naturale di Macchiatonda, via del Casteilo 40, Santa Severa, tel.0766.573032 e 0766. 571097; www.parchilazio.it. Aperta giovedi, sabato e domenica (9.30- 12.30 e 14.30-17.30). L’ingresso è al km 49,900 dell’Aurelia.
  • Ecomuseo del Litorale Romano, via del Fosso di Dragoncello 172, localita Longarina, tel.06.5650609. Istruttiva raccolta sulla bonifica del litorale e i cambiamenti del paesaggio. Aperto sabato (9.30-17.30) e domenica (9.30-13.30).
  • Oasi WWF di Macchiagrande, via della Veneziana, Fregene, tel. 06.6685487. Aperta la domenica; le visite guidate per gruppi, possibili negli altri giorni, vanno prenotate in anticipo.
  • Area marina protetta delle Secche di Tor Paterno, c/o Romanatura, tel.06.35405310; www.ampsecchetorpaterno. it; www.romanatura.roma.it. Sul sito dell’ente gestore si può consultare l’elenco aggiornato dei diving center che organizzano visite subacquee e in superficie.